Casa Famiglia - Comunità Educativa - Casa Madre-Bambino - Maria Ferrari - L'Aquila

Modalità di accesso

Due differenti modalità di inserimento vengono contemplate: inserimenti programmati dal Servizio sociale o inserimenti in emergenza.

Inserimento Programmato

Il servizio sociale professionale del territorio predispone un progetto nel quale si prevede l’allontanamento del minore dalla famiglia d’origine e un suo inserimento, o l’inserimento del nucleo madre/bambino, nella residenza, basandosi su:

- decreti emessi dall’Autorità Giudiziaria minorile;

- intervento della Pubblica autorità ex Art. 403;

- consenso espresso dagli esercenti la potestà genitoriale;

- percorso condiviso e concordato con il Servizio Sociale (nel caso di nucleo madre/bambino).

La proposta d’inserimento viene formulata attraverso la compilazione dell’apposito modulo e, al momento dell’ammissione, le informazioni verranno perfezionate e completate da una relazione a cura dell’Assistente Sociale responsabile del caso, contenente gli elementi di contesto (storia sociale, situazione familiare attuale e pregressa, caratteristiche del nucleo familiare, caratteristiche e bisogni del minore, motivo dell’inserimento, tempi previsti per l’inserimento e regolamentazione dei rapporti con altre figure/esterno, bisogni identificati e obiettivi dell’inserimento, prima indicazione sul percorso di sostegno alla famiglia); nel caso in cui il minore risultasse in carico anche al Servizio di Neuropsichiatria Infantile o Psicologia Clinica, la relazione verrà integrata dal profilo psicologico o dalla diagnosi funzionale a cura dell’Azienda A.S.L; nel caso in cui un membro del nucleo da inserire risultasse in carico anche ad altri Servizi (Psicologia Clinica, Sert, Csm,.) sarà cura del servizio inviante fornire le opportune informazioni alla struttura. In questa fase i dati identificativi del minore o del nucleo saranno indicati, per motivi di privacy, con le iniziali del nome e del cognome. Nei casi in cui il progetto d’intervento preveda una collaborazione da parte della Casa d’Accoglienza nella realizzazione di percorsi sanitari e riabilitativi, il Servizio inviante predisporrà un’adeguata documentazione da allegare al progetto d’inserimento.

La Residenza, in base ad una propria valutazione delle risorse da impegnare nell’accoglienza del minore o del nucleo, in ordine alle disponibilità di posti e alla compatibilità/clima relazionale presente all’interno della struttura, si riserva di decidere l’adesione al progetto di accoglienza.

A fronte della disponibilità di massima da parte della Residenza si strutturerà un incontro tra l’équipe della struttura e l’Assistente Sociale inviante.

Invio in emergenza

Invii in emergenza al di fuori della prassi stabilita, per particolari e motivate situazioni,  per minori di età inferiore ad anni 6 e per particolari e motivate situazioni di tutela della donna e del figlio minore, sono concordati di volta in volta con la Residenza che, contattata, al momento si rende disponibile.

Sarà cura del Servizio formulare richiesta scritta con relativo impegno di spesa (anche tramite fax) e fornire verbalmente le prime indispensabili informazioni e indicazioni, cui dovrà seguire, entro un massimo di 15 giorni dall’ingresso del minore o del nucleo, una proposta formale di inserimento a cura dell’Assistente Sociale responsabile del caso (vedi ingresso programmato).

 

  • Contatti

    Telefono 0862 44 13 45
    Fax 0862 44 23 80
    Mobile 334 33 35 560 - 331 98 84 235
    E-mail info@residenzamariaferrari.it